Il tabacco siciliano diventa una piccola realtà

Il tabacco siciliano diventa una piccola realtà

Può sembrare una strampalata idea quella di creare sigari made in Sicilia con il tabacco prodotto nelle terre di Bagheria.

Giovani piante di tabacco

Invece il clima siciliano permette a Federico Marino di avere una piantagione di tabacco Kentacky e di esportarlo all’estero per creare dei sigari.

Però l’intenzione di Federico è quello di coltivare tabacco e produrre un sigaro made in Sicilia e di poterlo vendere in Italia e in Europa. Il Covid ha rallentato il tutto in attesa delle necessarie atutorizzazioni.

Tutto è cominciato con una piccola coltivazione a Cerda, sempre in provincia di Palermo, con alcuni imprenditori agricoli della zona. Però l’agronomo ha deciso che i terreni a Bagheria fossero più indicati.

Si coltiva principalmente tabacco Kentacki e parte della produzione avviene all’interno delle serre. Il tabacco richiede molta acqua e l’approvvigionamento in questa zona non è semplice. Il clima siciliano permette di ottenere un tabacco di qualità che è apprezzato in tutta America. Ora bisogna conquistare l’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.