Le zucchine immancabili nel nostro orto. Coltivarle seguendo semplici regole.

Lo zucchino è tra quelle colture che non può mancare nell’orto estivo e si adatta anche ad essere coltivato in vaso con un tutore di sostegno che lo trasformi in un alberello.

Essendo una coltura amante delle temperature alta si consiglia di metterlo a dimora quando le temperature minime non scendano sotto i 13 gradi. Però si adatta meglio dei cocomeri e del melone e può quindi piantarsi anche 1000 metri di altitudine.

i problemi nella coltivazione dello zucchino sono essenzialmente tre: il primo è l’apporto idrico che deve essere costante se il terreno non è argilloso e, quindi, occorre disporre sempre di acqua di irrigazione. In molti mettono humus e torba per aumentare l’umidità del sottosuolo e favorire le radici; il secondo legato alla concimazione: deve essere molto concimata, specialmente con azoto.





Quindi in molti mettono lo stallatico o il letame maturo in abbondanza. Anche 8 kg al metro quadro di letame maturo in quei terreni che sono poveri di humus. Ovviamente questa grande richiesta di concimazione pone la necessità di far girare le colture sull’orto. Nello stesso posto non bisogna rimettere le zucchine l’anno successivo. Lo stesso vale con meloni, cocomero cetriolo e zucca rossa. Bisogna cambiare famiglia.

Gli zucchini per questa ragione vengono attaccati da malattie fungine che ne compromettono la produzione. Sono attaccate anche dalla virosi che le porta alla morte. Di questo ne parleremo in articoli adeguati

In vaso valgono le stesse regole ma si è obbligati a far crescere il zucchino ad alberello con un tutore. La concimazione deve essere ben eseguita e l’apporto idrico costante e senza ristagni idrici. Il vaso deve essere di grandi dimensioni.

Buona coltivazione a tutti!

Foto dai social media.









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.