Il cavolo nero, l’ortaggio della stagione fredda

Il cavolo nero, l’ortaggio della stagione fredda

Il cavolo nero è l’ortaggio della stagione fredda ed il miglior alleato per creare minestre, contorni e primi piatti.

Una medicina naturale contro i malanni di stagione preparato in tantissime ricette che ne esaltano il gusto e il palato.

Si trova da ottobre a maggio facilmente nel banco ortofrutta ed è povero di proteine e grasso, ma ricco di antiossidanti e sali minerali molto utili all’organismo.





Nel cavolo nero abbondano fibre, potassio e vitamine A e C e vitamina K. Un mix di vitamine che fa bene alla vista, alle ossa e che rafforza il sistema immunitario contro influenza e raffreddore.

La Toscano è la regione di maggior produzione di questo ortaggio invernale ed è la culla delle ricette più caserecce e povere, tipiche dei piatti contadini. La ribollita ne è l’esempio tipico. Una zuppa preparata la sera con fagioli e pane, arricchito dal cavolo nero, abbondante in inverno nelle campagne, e quello che avanzava veniva riscaldato il giorno dopo. Da qui il nome della pietanza.

Particolare il pesto con noci del cavolo nero. Un sapore intenso, deciso e originale. Niente male neanche per contorno, cotto al vapore o lessato, magari passato in padella per piatti di carne o insieme al cous cous o alle patate.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.