Il fiore di Ottobre: la Gardenia

Fin dall’antichità era il profumo a determinare il pregio di un fiore e in molti nella fragranza della corolla di un fiore pensavano a qualcosa di magico. Forse per questo motivo, anche oggi, la Gardenia è molto amata come il fiore più profumato.

Questa pianta è sempre stata legata a vicende letterarie e sentimentali; utilizzata nei giardini per simboleggiare la purezza dei sentimenti, la galanteria e l’ammirazione. Purtroppo per lei non riesce a superare il rigido inverno del nostro clima, almeno nel settentrione e per questo è molto coltivata in vaso.

Più fortunati gli isolani che possono permettersi la gardenia in piena aria anche in inverno e avere giardini di gardenia che incantano dal profumo della fioritura.





La sua vita in appartamento è strettamente possibile solo per il periodo della fioritura e permette di profumare l’intera casa. Dopo la fioritura il vaso va posto al riparo dalle basse temperatura ed eventualmente coperto, ma mai chiuso. La Gardenia vuole aria circolante e dopo aver superato l’inverno il vaso può essere posto in giardino a mezz’ombra o in ombra, magari sotto un albero o un muro.

L’inverno deve essere trascorso al riparto sotto un portico o in balcone riparato stando attenti che le temperature non scendano troppo. Al limite si ripara di notte in casa.

Al sud Italia la gardenia può stare sempre fuori; l’unico nemico è il forte vento che rovinerebbe le foglie facendole seccare. Sopratutto se il vento è di mare, perchè contenendo alte percentuali di sodio provocherebbe danni al fogliame ed, in primavera, anche sui fiori.









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.