Melanzane in ritardo e coltivazione bio

Melanzane in ritardo e coltivazione bio

A fine luglio un amico ci ha regalato 12 piantine di melanzane  del tipo lunghe e striate, acquistate da un rivenditore. Li ha regalate perchè riteneva che non valesse la pena interrare queste piante e non goderne dei frutti. Troppo tardi per lavorare la terra ed aspettare che si compia il ciclo vitale.

Noi di fronte ad un regalo cosi carino, abbiamo lavorato un pezzettino di terra ed abbiamo piantato queste piccole piantine di melanzana striata.





Ovviamente abbiamo solo dato acqua e tanto sole di Sicilia. Non abbiamo utilizzato prodotti chimici di nessun genere e neanche spolverato con zolfo giallo ne ramata.

Insomma abbiamo deciso di vedere cosa la natura ci riservasse senza particolari cure alla pianta. Il primo raccolto in foto è certamente avvenuto tardi. Abbiamo raccolto il 26 settembre dopo due mesi dalla messa a terra delle piantine.

Certamente un tempo lungo. Forse le piante hanno risentito della mancata fertilizzazione, perchè le innaffiature erano abbondanti e costanti. Una innaffiatura ogni 10 giorni e nei periodi più caldi anche ogni sei giorni.

Alla fine questo è stato il nostro primo raccolto e lo utilizzeremo per una cena gustosa e leggera.

 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.