Fare la talea di geranio. Facile avere nuove piante.

Il geranio ( in realtà è geraneo) è la pianta che arreda balconi, terrazzi e giardini ovunque, nelle numerosissime varietà che danno fiori vistosi per forma e per colore, e per le foglie, talvolta odorose.

Il Pelargonio zonale è una pianta perenne, trattata spesso, però, per annuale. In genere la pianta si elimina dopo la fioritura per sostituirla la primavera successiva con un nuovo esemplare. I fiori, dal bianco al rosso, sono formati da cinque petali irregolari, raggruppati in ombrelle all’apice di rigidi peduncoli: sbocciano dalla primavera fino all’inizio dell’autunno, sono leggermente profumati.

Il procedimento per la talea di geranio





Questa talea si effettua entro la fine di settembre: dai rami laterali tagliare talee lunghe 10 cm, non fiorite. Eliminare 2 – 3 foglie alla base e le membrane che le ricoprono nel punto di intersezione sulla talea. Lasciare asciugare il rametto per circa mezza giornata.

In un contenitore di medie dimensioni interrare tre talee, distanti tra loro, in modo tale che non si tocchino. Il substrato deve essere composto da terriccio universale e terra di campo, in parti uguali. Annaffiare abbondantemente e coprire il vaso con una busta di plastica trasparente per aumentare l’umidità ed evitare che il terriccio secchi.

Quando dalle talee sbocciano nuove fogli, le talee si possono trapiantare in vasi più grossi con un solo rametto per vaso. Mantenere il vaso in un posto all’ombra e fresco. In primavera potete portare il vaso in un luogo più luminoso e se lo ritenete necessario rinvasare in un vaso più grande.

Buona coltivazione!





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.