News

FORMAZIONE: La certificazione di qualità dei prodotti agroalimentari per la crescita dell’economia locale

A Bagheria presso il Teatro di Palazzo Butera, martedì 12 dicembre dalle ore 9 si svolgerà un interessante seminario dal titolo “La certificazione di qualità dei prodotti agroalimentari come leva di sviluppo locale e marketing turistico e le modalità efficaci della comunicazione”

Il seminario s’inserisce all’interno della attività del Progetto “Promozione e sviluppo del circuito turistico-culturale-gastronomico della Piana di Baaria” e si avvale della concessione dei crediti formativi dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia e dell’Ordine degli agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Palermo e della collaborazione del Centro Studi Aurora.

Un seminario che ha come obiettivo la sensibilizzazione sui temi legati: alla valorizzazione dei prodotti tipici; del turismo sostenibile, esperienziale e gastronomico; del marketing territoriale e del ruolo strategico del mondo del giornalismo e della comunicazione sulla crescita del turismo sostenibile, esperienziale e gastronomico e del marketing territoriale.

Modererà Michele Balistreri, direttore del quotidiano online allfoodsicily.it. Porteranno i saluti istituzionali Filippo Tripoli, Sindaco di Bagheria e Salvatore Fiore, Presidente dell’Ordine degli agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Palermo. Relazioneranno i docenti dell’Università di Palermo Davide Piacentino e Antonio Galati, Pietro Miosi, esperto di marketing agroalimentare, Mario Liberto, Giornalista, scrittore, enogastronomo e direttore del sito SiciliaAgricoltura.it, Angela Sciortino, Direttore del sito Orogastronomico.it, Salvatore Scaduto – Direttore SiciliaMag.it e Tommaso Di Matteo, Amministratore Delegato CPW Italia

Fonte: Il Pungolo di Bagheria

  • L’Azalea, il fiore che ti ammalia.

  • Amaryllis (Amarillide), il fiore che incanta.

  • Cose di Sicilia: C’era una volta lu “strattu”… di pomodoro (la conserva)

  • Quando il riso si coltivava in Sicilia e Cavour lo vietò per favorire il Piemonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.