News

Santa Flavia: reflui inquinanti dalla molitura delle olive finiscono in mare

Puntuale ogni anno è l’appuntamento con gli scarichi inquinanti degli oleifici. Molte aziende che fanno la molitura delle olive rispettano la legge e tutti i parametri per il corretto smaltimento delle acque reflui degli impianti, ma esiste sempre qualcuno che evita gli adempimenti di legge e scarica abusivamente su torrenti, canali che finiscono in mare.

La macchia vista da un drone.

Negli anni passati il fiume Eleuterio cambiava colore per gli scarichi della zona di Misilmeri. Quest’anno a cambiare colore è il mare antistante il lido Fondachello a Santa Flavia. Lo scarico delle acque di vegetazioni, cosi si chiamano i reflui derivanti dalla lavorazione delle olive, è altamente inquinante. Crea una patina oleosa che limita l’ossigenazione delle acque e non permette facilmente la vita nelle zone colpite.

L’acqua di vegetazione è molto più inquinante delle acque reflue che normalmente finiscono nei depuratori cittadini. Versare queste acque di lavorazione abusivamente è un crimine all’ambiente perseguibile penalmente. Lasciando da parte il reato penale, ma lo sversamento è veramente un attentato all’ambiente che coinvolge anche chi lo commette.

Speriamo che tutti gli enti interessati possano risalire all’autore dello sversamento abusivo e punirlo. A noi non resta che denunciare l’accaduto e dare massimo risalto alla vicenda.

Leggi su Nati per Terra

Ultimi articoli sul sito:
  • L’Aspidistra: la pianta amata per la sua semplicità
    La silhouette slanciata della pianta e il suo fogliame piuttosto scarso le donano un aspetto originale. Le sue foglie lunghe, larghe, coriacee e verdi sono leggermente curve. È una delle piante d’appartamento più resistenti. Piace per l’effetto decorativo. La sua origine è orientale tra Giappone e Cina. Ci sono piante di Aspidistra che vivono anche … Leggi tutto
  • Invasioni botaniche a Cremona. Strade piene di fiori e non solo
    Cremona sarà invasa. Una invasione periodica di piante e fiori che coloreranno alcune sue strade e piazze. L’appuntamento autunnale o, meglio di fine estate, è per il prossimo 16 e 17 settembre tra Corso Garibaldi, Corso Campi e i Giardini di Piazza Roma. In queste strade potrete passeggiare tra migliaia di piante di tante varietà, … Leggi tutto
  • Centaurea cyanus, la pianta che salvò Chirone il centauro
    Il nome Centaurea, assegnato inizialmente da Linneo, prende il nome da Chirone, un centauro, che rimase ferito al piede da una freccia avvelenata e si curò con il succo tratto da questo fiore. Esiste una legenda, più storica che mitologica, riguardante il fiore di fiordaliso ed è legata allo stemma araldico del regno di Guglielmo … Leggi tutto
  • A Bologna la Festa del Cactus con centinaia di espositori.
    Un trionfo di piante grasse e non solo. Un mondo di piante e di tutti i prodotti che ruotano attorno ai cactus e alle succulente. La Festa del Cactus a Bologna è l’incontro tra molti espositori provenienti da tutta Italia, ma anche da molti paesi europei. Saranno migliaia le varietà presentate sui banchi e moltissime … Leggi tutto
  • Prima di raccogliere le more, conoscete la leggenda?
    Quando si fa una passeggiata in campagna non è difficile vedere le more. Gli agricoltori sanno bene a loro spese che questa pianta è molto infestante e fastidiosa. Se prende campo difficilmente si riesce ad estirparla. Resiste tranquillamente agli incendi e agli erbicidi. Però le more quando maturano diventano una delizia e ricadono nel gruppo … Leggi tutto
  • Settembre è il mese della raccolta in Sicilia della Carruba
    In Sicilia a settembre si raccolgono le carrube. Quando ero piccolo mio padre ne aveva qualche albero in campagna e quando le raccoglieva, abbondanti, le tostava per mangiarle in inverno. Si prendeva una carruba nelle fredde serate di inverno e si masticava come un bastoncino di liquirizia, lasciando solo i semi e le parti davvero … Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.