A Bagheria “Alimentiamo”, l’educazione alimentari con prodotti locali

Interessante iniziativa a Villa San Cataldo dove l’associazione “La Sicilia” dal 26 ottobre e fino al 26 novembre ha allestito un percorso che visualizza le varie fasi di un ciclo di produzione agricolo. Nasce cosi un percorso che spiega il ciclo del vino, il ciclo dell’olio e delle olive, il ciclo degli agrumi, il ciclo dell’orto, il ciclo del grano e altri cicli che sono alla base della nostra agricoltura e direttamente legata alla nostra alimentazione mediterranea.

Una mostra espositiva, quindi, dei prodotti di stagione e della biodiversità possibile nelle nostre terre; cinque convegni che coinvolgono le scuole bagheresi con ricercatori, nutrizionisti agronomi ed esperti del settore.

Mostre, eventi, convegni che coinvolgono le scuole

L’educazione alimentare con i prodotti agricoli tipici del territorio deve rappresentare non più un avanguardia relegata a pochi contesti culturali. Per spigare i vantaggi di un alimentazione corretta ad un pubblico sempre più ampio favorendo l’acquisizione di modelli di consumo consapevoli, deve rappresentare tra gli obiettivi di sviluppo della consapevolezza nei giovani e nei loro contesti famigliari per agevolare anche lo sviluppo di nuovi mercati e fasce di consumatori attraverso strategie mirate .

Se da un lato risulta molto più complesso far capire che ciò che è particolarmente buono non necessariamente faccia bene all’organismo. Molto più immediato può essere, invece, il riferimento ad esempi concreti di miglioramento della salute o di performance da parte di chi assume una determinata qualità di cibo, esempi che magari possono rimanere più impressi nella mente di un ragazzo che ha intenzione di raggiungere un certo obiettivo.

La dieta mediterranea alla base del benessere

La rilevanza della Dieta Mediterranea è testimoniata dal sostegno ricevuto non solo dall’ UNESCO, ma anche dalla FAO e dall’OMS, poiché strumento per un agricoltura sostenibile ed elemento irrinunciabile per una dieta alimentare che prevenga le malattie cardio-cerebrovascolari.

La Dieta Mediterranea e lo stile di vita annesso all’esercizio psico-fisico sono una filosofia di vita che nasce dal passato e può traghettarci verso un futuro Sano, Sostenibile e Inclusivo.
Il territorio di Bagheria tra la costa e la piana d’oro è nell’immaginario il luogo delle delizie e per tanto ben si candida ad ospitare la mostra , le iniziative di animazione e i cinque convegni che saranno svolti nelle scuole e in luoghi collaterali . Per avvicinare i giovani e le famiglie alla conoscenza delle identità produttive del territorio, già inserite in un percorso più ampio di valorizzazione del territorio, del turismo e del suo sviluppo coordinato fra gli attrattori principali.

I cicli di vita e produzione

La mostra rappresenterà i vari cicli produttivi ad esempio IL CICLO DEL VINO : alberello , frutto , prodotto, cimeli etc … CICLO DEGLI AGRUMI: Albero, frutto, confezione platò, confezione retina, prodotto fino e prodotto trasformato marmellata, olii essenziali, e altro… – Il CICLO DEL DELL’ OLIO : Albero, olive, Olio in bottiglia, patè di olive, olive condite sott’olio . CICLO DEL GRANO: varietà di Grano, semola, farina, pasta, prodotti da forno dolci e salati. CICLO DELL’ORTO : attrezzi da agricoltura, setacci, paglia, reti, prodotti agricoli freschi e conservati, le piante aromatiche, IL CICLO DEL LATTE, IL CICLO DELLA FRUTTA SECCA , IL CICLO DELL’ARTIGIANATO .

Leggi su Nati per Terra

Ultimi articoli sul sito:
  • Palermo: Acque dal depuratore per l’agricoltura
    Agli agricoltori di Marineo e Corleone acqua depurata per coltivare i campi. È l’obiettivo di un’iniziativa con fondi europei che il Gal “Terre Normanne” sta mettendo a punto insieme con dipartimento di Ingegneria dell’Università di Palermo, i Comuni di Corleone e Marineo, l’Amap, il Consorzio di bonifica e l’Ati. Il progetto prevede un finanziamento da
  • Novembre e l’invasione dei ciclamini. Come conservarli dopo la stagione.
    I Ciclamini sono piante molto decorative per via del colore delle foglie, la forma stessa e i colorati fiori, ma anche economiche e facili da trovare in tutti i negozi, dal supermercato al vivaista di fiducia. Inoltre la versione “mini” di questa pianta la rende molto gradevole anche per i bambini. Spesso, molto spesso, dopo
  • L’olio del cipresso o oleum cipressi: qualità balsamiche conosciute da sempre
    Le proprietà benefiche per i polmoni sono conosciuti fin dall’antichità quando i medici greci inviavano a Creta i malati per lunghe passeggiate sotto i cipressi di cui l’isola era piena. Dagli aghi, dai rami più teneri e dai frutti dei cipressi ( che in realtà non sono propriamente tali) si ottiene un olio, l’oleum cipressi,
  • Il tipo di terreno e come renderlo perfetto alla coltivazione
    I terreni si possono dividere in argillosi, sabbiosi, calcarei, salsi, umiferi. Sono terreni argillosi tipici quelli maggiormente compatti. Per questa loro caratteristica si lavorano con molta fatica e non lasciano circolare agevolmente l’acqua, che, a causa di ciò, difficilmente può arrivare negli strati profondi e, fermandosi alla superficie dà luogo ad una caratteristica mota appiccicosa
  • Cipresso Arizonica o dell’Arizona
    Conosciuto come Cupressum Glabra o cipresso dell’Arizona è appunto originario degli Stati Uniti, nella parte centrale dello stato dell’Arizona, dove forma grandi foreste. La pianta ha una altezza che varia tra i 7 ed i 18 metri, un diametro di 3 – 5 metri con il tronco ed i rami secondari eretti che, nell’insieme, conferiscono
  • Cipresso sempervirens o italico, quello comune
    In Italia è caratteristico, insieme agli ulivi, del nostro paesaggio italico. Proprio per questo motivo è chiamato cipresso italico o comune. E’ un albero molto longevo e, in condizioni ideali, può vivere per millenni e può raggiungere altezze di oltre venti metri con in tronco diritto e colonnare: i rami eretti e molto vicini al

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.