Bio in Sicily: biologico e sostenibile, il futuro dell’agricoltura in Sicilia in due giorni di incontri

Il 28 e il 29 ottobre Bagheria ospiterà, a Villa Palagonia, la terza edizione di Bio in Sicily, due giorni all’insegna di seminari, approfondimenti, masterclass, degustazioni che vedranno protagonisti i comparti produttivi dell’agroalimentare, del turismo sostenibile, dell’enogastronomia e dell’economia circolare.

L’associazione La Piana d’Oro – con il Gal Metropoli Est, la Condotta Slow Food di Bagheria e il sostegno di APO Sicilia e del Comune di Bagheria,- organizza, congiuntamente all’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della provincia di Palermo e con il supporto del Centro Studi Aurora di Bagheria, l’edizione 2022 di Bio in Sicily che ruoterà intorno allo svolgimento di due importanti Forum di valenza regionale.

Un evento realizzato grazie all’utilizzo di “nuove piattaforme di incontro e comunicazione” per promuovere sviluppo sostenibile e integrato. Le attività serviranno quindi a promuovere confronti vivi e significativi tra amministratori locali e cittadini, esperti ed operatori del comparto agroalimentare, enogastronomico e turistico, dirigenti della Regione Siciliana, docenti universitari e imprenditori dei diversi settori coinvolti.
Nei due giorni tra quanti porteranno il loro contributo in termini di riflessioni, analisi e visione strategica: Roberto Lagalla, sindaco di Palermo e presidente della Città Metropolitana di Palermo, Francesco Sottile del Board Internazionale di Slow Food, Dario Cartabellotta, Direttore Generale del Dipartimento Agricoltura dell’Assessorato Regionale, Antonio Rallo, presidente della DOC Sicilia, Marcello Mangia, Presidente e CEO, Mangia’s – Aeroviaggi, Mario Cicero e Giovanni Burtone, sindaci di Castelbuono e di Militello in Val di Catania, Francesca Cerami, direttore IDIMED (Istituto per la valorizzazione e la promozione della Dieta Mediterranea).

I temi principali dibattuti saranno: la promozione di un sistema economico sostenibile fortemente collegato a cultura, tradizione, ambiente, territorio e comunità, la tutela della biodiversità, la salvaguardia di un territorio a forte impronta biologica , la difesa della salute e la promozione di corretti stili di vita.
La prima giornata prevede l’apertura della manifestazione con lo svolgimento del seminario dal titolo : “L’agroalimentare siciliano negli scenari economici europei” con un focus sul tema delle certificazioni di qualità dei prodotti come leva di sviluppo e promozione dei territori.
La giornata di sabato vedrà lo svolgimento del convegno: “Turismo eno-gastronomico, occasione di sviluppo locale per favorire l’economia circolare e sostenibile” dove saranno approfondite le strategie da adottare per implementare l’attrattività turistica della Sicilia.
Modereranno i seminari Francesco Pensovecchio, direttore di Wine in Sicily e Gianni Paternò, direttore editoriale All Food Sicily.

Nelle sessioni pomeridiane spazio sarà dato a Master Class che vedranno la partecipazione di produttori artigianali dell’agroalimentare siciliano saranno condotte da Mario Liberto.

«Per l’agroalimentare siciliano» – afferma Antonio Fricano, presidente dell’APO Sicilia (Associazione Produttori Ortofrutticoli) – «si aprono nuovi scenari e opportunità dove gli operatori dell’intera filiera dovranno essere in grado di garantire valore aggiunto alle produzioni attraverso le certificazione di qualità».
«Ringrazio La Piana d’Oro, il Gal Metropoli Est, la Condotta Slow Food di Bagheria e l’APO Sicilia per aver riproposto Bio in Sicily un appuntamento di grande spessore nel comparto agroalimentare, eno-gastronomico e turistico che da visibilità alla città richiamando a Bagheria esperti da tutta la Regione» – dichiara il sindaco di Bagheria Filippo Maria Tripoli – “Settori produttivi che ci interessano particolarmente e sui quali stiamo convergendo con diverse azioni di programmazione, mettendo in campo collaborazioni con diverse realtà per il rilancio turistico ed eno-gastronomico della Città».

«Oggi più che mai il rapporto di collaborazione tra pubblico e privato, tra istituzioni e tessuto produttivo» – afferma Antonio Rini, presidente del GAL Metropoli Est – «risulta strategico per rafforzare l’azione imprenditoriale degli operatori dell’agroalimentare, del turismo rurale e dell’ enogastronomia. Comparti che oggi trainano l’economia della regione in particolar modo delle zone interne. Bio in Sicily, a questo proposito – chiosa Antonio Rini – si conferma un appuntamento importante per definire strategie e delineare opportunità, alla luce anche dei fondi di coesione e del PNRR, in grado di dare una spinta decisiva alla crescita della Sicilia. Un evento cruciale alla luce dell’istituzione del Ministero della Sovranità Alimentare. La Sicilia è pronta».

«La ripresa del post-pandemia, frenata in questo frangente dal caro bollette, ha rilanciato i comparti dell’enogastronomia, del turismo e dell’agroalimentare in Sicilia» – sostengono Michele Balistreri, presidente dell’Associazione “La Piana d’Oro” ed Adalberto Catanzaro, fiduciario della Condotta Slow Food di Bagheria – «rilevando il valore strategico di questi comparti per l’economia dell’Isola. Imprenditori ed imprenditrici che saranno protagonisti – chiosano Balistreri e Catanzaro – anche nell’edizione 2022 di Bio in Sicily, testimoniano la tenacia, la determinazione e la resilienza di un’Isola che non si piega alle difficoltà contingenti ma che dalle criticità vuole trarre spunti per nuove opportunità di crescita e sviluppo».

Marina Mancini

Ufficio Stampa Comune di Bagheria

Leggi su Nati per Terra

Ultimi articoli sul sito:
  • GANGI, 38 ALBERI PER I NUOVI NATI NEL 2022
    Un albero per ogni nato. A Gangi ieri (domenica 27 novembre) l’area antistante la scuola primaria, plesso “Don Bosco”, si è arricchita di 38 nuovi alberi piantati per ogni bambino nato, adottato o affidato nel 2022. L’iniziativa, al suo secondo anno, è dell’Ordine Francescano secolare di Sicilia “Immacolata Concezione” in collaborazione con il Comune di
  • Palermo: Acque dal depuratore per l’agricoltura
    Agli agricoltori di Marineo e Corleone acqua depurata per coltivare i campi. È l’obiettivo di un’iniziativa con fondi europei che il Gal “Terre Normanne” sta mettendo a punto insieme con dipartimento di Ingegneria dell’Università di Palermo, i Comuni di Corleone e Marineo, l’Amap, il Consorzio di bonifica e l’Ati. Il progetto prevede un finanziamento da
  • Novembre e l’invasione dei ciclamini. Come conservarli dopo la stagione.
    I Ciclamini sono piante molto decorative per via del colore delle foglie, la forma stessa e i colorati fiori, ma anche economiche e facili da trovare in tutti i negozi, dal supermercato al vivaista di fiducia. Inoltre la versione “mini” di questa pianta la rende molto gradevole anche per i bambini. Spesso, molto spesso, dopo
  • L’olio del cipresso o oleum cipressi: qualità balsamiche conosciute da sempre
    Le proprietà benefiche per i polmoni sono conosciuti fin dall’antichità quando i medici greci inviavano a Creta i malati per lunghe passeggiate sotto i cipressi di cui l’isola era piena. Dagli aghi, dai rami più teneri e dai frutti dei cipressi ( che in realtà non sono propriamente tali) si ottiene un olio, l’oleum cipressi,
  • Il tipo di terreno e come renderlo perfetto alla coltivazione
    I terreni si possono dividere in argillosi, sabbiosi, calcarei, salsi, umiferi. Sono terreni argillosi tipici quelli maggiormente compatti. Per questa loro caratteristica si lavorano con molta fatica e non lasciano circolare agevolmente l’acqua, che, a causa di ciò, difficilmente può arrivare negli strati profondi e, fermandosi alla superficie dà luogo ad una caratteristica mota appiccicosa
  • Cipresso Arizonica o dell’Arizona
    Conosciuto come Cupressum Glabra o cipresso dell’Arizona è appunto originario degli Stati Uniti, nella parte centrale dello stato dell’Arizona, dove forma grandi foreste. La pianta ha una altezza che varia tra i 7 ed i 18 metri, un diametro di 3 – 5 metri con il tronco ed i rami secondari eretti che, nell’insieme, conferiscono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.