il Crocus Sativus, meglio conosciuto come Zafferano.

Il Crocus con i suoi fiori fornisce lo zafferano. Infatti dai suoi stimmi e dalla parte superiore dello stilo si ricava questa polverina aromatica e colorante conosciuta nel mondo per il risotto dei milanesi.

Pensate che per ottenere un chilogrammo di questa polvere arancione occorrono ben 15 mila fiori di Crocus.

In passato lo zafferano era considerato dalle donne uno stimolante ed un ipnotico, cosi da essere utilizzato molto spesso in cucina.





Nel seicento gli speziali lo davano per moltissime cose. Un uso con il mosto cotto (sapa) era contro l’ubriachezza o come stimolante della lussuria.

Veniva somministrato per le ulcere dello stomaco o contro la debolezza e per migliorare reni, vescica e polmoni.

Oggi, ad esempio, lo zafferano è uno degli elementi che caratterizzano il liquore Fernet.

immagine da internet.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.