Il terriccio ideale per le piante grasse.

Il terriccio idoneo per le piante grasse non è universale. Molto importante è l’esperienza maturata negli anni e conoscere le piante grasse che si devono travasare. Quando compriamo le piante nei grandi magazzini o ci rivolgiamo ai grandi vivai di piante grasse è possibile ricevere delle piante che hanno come substrato quello di crescita controllato.

Questo perchè lo scopo dei vivai (quelli davvero grandi) è far crescere le piante in modo veloce e metterle in vendita nel minor tempo possibile. Allora è necessario travasare le piante grasse con un terriccio di coltivazione più idoneo che contenga molti inerti.

Gli inerti sono di tanti tipi e tutti diversi tra loro. Averne conoscenza può certamente aiutare nella ricerca e nel modo di miscelarli per ottenere un terriccio idoneo. Io vi racconto la mia esperienza e spero possa esservi utile.





Intanto, bisogna distinguere due tipi di piante grasse. Le globulari che solitamente chiamiamo cactus e quelle che hanno foglie corpose che solitamente chiamiamo succulente. Non è una differenza scientifica, ma solo di comodità.

Per le piante grasse a foglia utilizzo un terriccio formato dal 50% di inerti e un 50% di terra di campo o di un ottimo terriccio universale. Per le piante grasse globulari, invece, più esigenti per il marciume, mi spingo anche all’80% di inerti e rimanente con ottimo terriccio universale. Per le grasse non utilizzo mai la torba di sfagno bionda o scura che sia.

Quali inerti utilizzo? quelli che riesco a trovare più facilmente nella mia zona per evitare di acquistarli on line a prezzi esagerati.

Nelle foto ho inserito la descrizione del materiale con le caratteristiche principali. Potete approfondire nel sito. Nell’occasione ho piantato per fare talea un ramo di sanseveria e un rametto di crassula

Quando preparate i vasi per il trapianto utilizzo l’argilla espansa grossa per il fondo. Due centimetri per evitare che i buchi del vaso possano ostruirsi con il tempo. Qualcuno dice di evitare una simile pratica, io la faccio da anni senza notare nessuna difficoltà.









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.