Piante da Interno: la peperomia, piccola pianta dalle foglie carnose

La peperomia è una pianta che proviene dall’America meridionale ed è una pianta sempreverde. Il suo nome deriva dal fatto che soglia alla pianta del pepe. La sua diffusione tra le piante di appartamento è dovuta alla sua caratteristica di crescere bene senza il sole diretto. Ama la forte luminosità, ma decisamente non resiste alla luce diretta del sole.
Altra caratteristica che piace è la particolarità delle sue foglie che si presentano di forme diverse a secondo della varietà, ma sono sempre carnose al tatto, i fiori invece sono insignificanti. Una caratteristica che porta molti a considerarla una pianta grassa.

In realtà, appartiene alla famiglia delle Piperaceae, che presenta oltre 1000 specie di forme e colori molto diversi. Alcune sono nane, altre rampicanti o striscianti, alcune epifite. Solo alcune specie sono interessanti e vendute nei vivai per essere destinati alla coltivazione “indoor”.

Coltivazione:





Sono solitamente piante rustica e facili d coltivare. Basta semplicemente seguire due regole fondamentali. La prima è tenerla lontana di raggi del sole quando diventano molto caldi (in piena estate ad esempio) e, la posizione ideale è un posto molto luminoso. La seconda è l’irrigazione. Ama restare all’asciutto, ma ama l’umidità ambientale. Per questo va innaffiata quando il terriccio è completamente asciutto e quando fa caldo ama le spruzzatine di acqua nelle foglie.

Quando la comprate consiglio sempre di rinvasarla subito con un terriccio che presenti sabbia e inerti, in modo d rendere il substrato abbastanza poroso all’acqua. Se il terriccio dovesse rimanere per troppo tempo bagnato porterebbe facilmente alla morte la nostra peperomia. Altro consiglio è l’uso di un vaso in terracotta. L peperomia non deve essere potata, basta eliminare le foglie vecchie

Moltiplicazione:

Si moltiplica per talea di foglia o di rametto dalla primavera all’estate. Facile ottenere nuove piantine dalla peperomia. Basta staccare una foglia o un giovane rametto è metterlo in un vaso. Bisogna sempre tenere in umido il terriccio ed in poche settimane la foglia ed il rametto emetteranno nuove radici. Questa operazione deve sempre essere effettuata in un posto all’ombra. Solo dopo alcune settimana è possibile fare abituare la nuova pianta alla luce indiretta del sole.

Malattie e parassiti:

La pianta è soggetta all’attacco della cocciniglia e del ragnetto rosso. Quando la pianta va in sofferenza bisogna ricorrere a dei rimedi naturali o chimici prima che l’attacco danneggi in modo irreversibile la pianta.

Foto dai social





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.