Uncategorized

Tassonomia: Classificare e ordinare gli esseri viventi. Concetti generali

Una tra le materie, molto spesso indicata come laboratorio, è tassonomia e demografia zoologica. Fa parte del curriculum di uno studente di agraria e permette di comprendere come vengono classificati e ordinati gli esseri viventi, sia che essi appartengono agli animali o alle piante.

La tassonomia è una disciplina che ha per oggetto la classificazione e l’ordinazione di elementi all’interno di un sistema, cioè descrive e classifica la biodiversità. Deriva dal greco Taxis ordine e Nomos regola.

Inizialmente si basava essenzialmente sugli aspetti morfologici, oggi a questi aspetti vengono aggiunti quelli di natura biochimica (costituzione della materia vivente, processi biologici dal punto di vista chimico e chimico fisico), fisiologica (funzioni vitali degli organismi viventi) e sierologica (processi immunitari che si svolgono a livello del sangue).

Ricostruire la storia evolutiva di una qualsiasi taxon e definire le relazioni esistenti tra gli organismi a qualsiasi livello tassonomico è il compito della Sistematica, una scienza che si occupa di questo. TAXON (plurale TAXA) è un GRUPPO di organismi distinguibili morfologicamente e geneticamente da altri e riconoscibili come unità sistematica, posizionata all’interno della struttura gerarchica della classificazione scientifica.

Foto fonte: Ansa

La demografia

E’ la scienza che studia dal punto di vista quantitativa, con l’ausilio della statistica, lo stato e lo sviluppo di una popolazione. Deriva dal greco DEMOS, popolo, popolazione e GRAPHIA, scrittura, descrizione. Studia i fenomeni che si riferiscono alla popolazione e in particolare alla sua determinazione statica e all’analisi della sua evoluzione, basandosi su molteplici indici.

Descrizione della struttura della popolazione (età, sesso, numero individui, etc)

Descrizione dell’andamento della popolazione (evoluzione), nota come Dinamica di popolazione

Il CENSIMENTO fotografa la popolazione in un dato momento e non la sua evoluzione: ci dice il numero di individui (dimensione della popolazione) in determinati momenti distanziati nel tempo, ma non in che modo questo numero si è evoluto nel tempo. Il CONFRONTO tra i risultati di due censimenti consecutivi permette di delineare quale evoluzione vi sia stata nell’arco di tempo trascorso. L’Analisi statistica è necessaria per ottenere una visione conforme alla realtà.

CONSIDERAZIONI PER LO STUDIO DEI GRUPPI TASSONOMICI

Le forme di vita sono assai variegate e gli organismi viventi molto diversificati, ma anche estremamente diffusi in tutti i luoghi della terra. La base è certamente la cellula. Una struttura funzionale di base per ogni vivente; Tutti gli organismi sono fatti da una o più cellule.

Certe cellule, come quelle dei parameci, vivono in modo indipendente, sono quindi organismi unicellulari; altre, come quella dell’alga Volvox, si aggregano e formano colonie.

Un cane, un elefante, l’uomo è invece un organismo pluricellulare, formato da tessuti, organi che formano l’organismo. Cioè più cellule formano un tessuto; più tessuti formano un organo; più organi costituiscono un apparato o sistema.

Aggregazione

L’insieme dei membri di una data specie che occupano una certa area costituisce una popolazione; le popolazioni di piante, animali, etc di quell’area formano una comunità le quali interagiscono con l’ambiente fisico, formando un ecosistema. Tutti gli ecosistemi della Terra vanno a disegnare la biosfera: è il livello di organizzazione maggiore che comprende tutti gli organismi.

In comune tutti gli organismi hanno le cellule e portano le informazioni genetiche attraverso il DNA.

Leggi su Nati per Terra

Ultimi articoli sul sito:
  • L’Azalea, il fiore che ti ammalia.
    L’azalea è una pianta appartenente alle Ericacee Rodoree ed in commercio si trovano molti ibridi che sono stati ottenuti dall’A. Indica e da altre specie. La sua coltivazione è dovuta alla bellezza dei fiori che si prestano bene per il nostro giardino e la casa. E’ un arbusto sempreverde che i botanici includono nel genere
  • Amaryllis (Amarillide), il fiore che incanta.
    La specie più amata prende il nome di Belladonna, forse per la sua bellezza, dai colori vivaci e dalle dimensioni giganti. L’Amaryllis Belladonna e le sue varietà appartengono alla famiglia delle Amirallidacee e sono molto apprezzate dagli amanti del giardino per i fiori, ma anche per le foglie. E’ una pianta bulbosa, con bulbi molto
  • Cose di Sicilia: C’era una volta lu “strattu”… di pomodoro (la conserva)
    Può impreziosire piatti che necessitano di lunghe cotture; infonde colore e aromi tipici, crea corposità nelle preparazioni in cui viene usato. Si sta parlando del concentrato di pomodoro che in Sicilia viene chiamato “ ‘u strattu”. Il nome letteralmente significa estratto, deriva quindi dalla parola “estrarre”, ed effettivamente dal pomodoro vengono estratti tutti i sapori,
  • Quando il riso si coltivava in Sicilia e Cavour lo vietò per favorire il Piemonte
    Il riso in Sicilia lo portarono gli Arabi intorno all’anno Mille. Non solo lo portarono, ma insegnarono a coltivarlo e le risaie erano presenti nella Piana di Catania, nella Piana di Ribera, di Lentini e di Gela, fino al 1861, quando, per regio decreto, furono vietate. Fu così, vietato seminare il riso, con la grande
  • La cocciniglia negli agrumi venuta da lontano
    l’Italia è al centro del Mediterraneo e questa sua posizione geografica l’ha resa un crocevia di merci provenienti da tutto il mondo. Però insieme alle merci arrivano anche insetti, virus, batteri e funghi che nel nostro territorio trovano le condizioni migliori per ambientarsi e proliferare.I cambiamenti climatici degli ultimi decenni hanno certamente agevolato la velocità
  • Come si classificano degli ecosistemi?
    Gli ecosistemi si possono classificare in vari modi in rapporto a determinati fattori abiotici o biotici. Se consideriamo l’ecosistema il rapporto all’ambiente chimico fisico dominante avremo:Ecosistemi Marini o delle acque salate;Ecosistemi delle acque dolci;Ecosistemi dei suoli inondati che possono avere origine naturale o interessati dall’intervento dell’uomo;Ecosistemi terrestri in cui l’azione dell’uomo può essere nulla o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.