Viola tricolor var. hortensis

Questa pianta con i suoi fiori così dolci e dall’aspetto un pò timido, è il simbolo dell’amore delicato e tenero, ricco di romanticismo. Gli inglesi fin dal Medioevo hanno avuto una particolare predilezione per questo fiore: i cavalieri della Tavola Rotonda lo consultavano per conoscere il loro destino interpretando il numero e la disposizione dei raggi che, partendo dal centro della viola del pensiero, s’irradiavano sui petali.

La viola del pensiero (Viola tricolor), chiamata dai francesi pensée, divenne nel Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare la chiave di tutta la commedia. È un fiore che propizia l’amore, come spiega Oberon raccontando che una freccia di Cupido cadde un giorno sulla viola del pensiero:

Era caduta sopra un fiorellino dell’occidente,
già color del latte,
ma ora trascolorato in purpureo
per amorosa piaga;
viola del pensiero è chiamato quel fior dalle fanciulle.
Vanne in cerca: te l’ho mostrato un giorno.
Il succo suo se stilli su ciglia addormentate
a far delirare basta o uomo o donna
che veda la viola al suo risveglio.





Giuseppe De Palma

Leggi su Nati per Terra

Ultimi articoli sul sito:
  • Cipresso sempervirens o italico, quello comune
    In Italia è caratteristico, insieme agli ulivi, del nostro paesaggio italico. Proprio per questo motivo è chiamato cipresso italico o comune. E’ un albero molto longevo e, in condizioni ideali, può vivere per millenni e può raggiungere altezze di oltre venti metri con in tronco diritto e colonnare: i rami eretti e molto vicini al
  • Il Parco Faunistico del Monte Amiata in Toscana
    Scarpe comode per chi decide di avventurarsi nel Parco Faunistico del Monte Amiata, Le visita, infatti, si effettuano esclusivamente a piedi tutti i giorni dall’alba al tramonto con l’obbligo di seguire i sentieri e di sostare nei punti attrezzati. Frutto di un programma di riqualificazione, il parco, sul versante nord-est del Monte Labbro, si ispira
  • Cipressi: rivalutarli per il giardino
    Conosciamo i cipressi perchè spesso li vediamo nei cimiteri e abbiamo, quindi, associato a questa pianta il luogo di riposo eterno. Sono, invece, piante vitali, odorose, frangivento. In una parola: belle. Protagonista di una delle più belle poesie di Giosuè Carducci, “Davanti a San Guido”, il cipresso è un albero tanto tipico della nostra penisola
  • Parco Naturale dell’Isonzo in Friuli Venezia Giulia
    A far parte del parco è il tratto italiano dell’Isonzo. Nel parco si incontrano, altri ad ambienti di velma (zone che emergono con la bassa marea), le barene (isolotti emergenti) ricoperte da una ricca vegetazione resistente alla salinità. Nella zona del Ripristino, attualmente sono stati attrezzati punti di osservazione che consentono di ammirare da vicino,
  • 55^ Campionaria d’autunno, torna a Vittoria l’atteso evento fieristico d’autunno
    Sarà inaugurata sabato 5 novembre alle ore 16.00 la 55^ edizione della Fiera Campionaria d’autunno, in programma al Polo Fieristico di Vittoria dal 5 al 13 novembre 2022. Un’edizione che sul solco della tradizione punta a guardare con fiducia al futuro consapevole delle difficoltà in cui si ritrovano ad operare la maggior parte delle imprese e delle nuove
  • La sfida del “Frantoio del Cavaliere”: nessun aumento. Si lavora come lo scorso anno
    Siamo in piena campagna olivicola ed il terrore che gli aumenti del costo dell’energia elettrica potesse rendere troppo oneroso il costo del frantoio, almeno a Bagheria è stato scongiurato dal coraggio dei conduttori degli impianti. Almeno inizialmente. Ne abbiamo parlato in generale con Pasquale Sciortino del “Frantoio del Cavaliere”. Facciamo il punto sulla stagione delle





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.