Botanica: alcuni nomi difficili da ricordare…

In botanica sono in uso moltissimi nomi da conoscere. Per gli appassionati o gli studenti è necessario conoscere alcuni nomi che identificato le nostre piante e ne descrivono alcune caratteristiche.

Ci sono piante i cui semi sono monocotiledoni e dicotiledoni. Hanno caratteristiche tanto diverse.

Monocotiledoni

Le monocotiledoni sono piante appartenenti alle angiosperme i cui semi hanno un solo cotiledone. Hanno queste particolari caratteristiche:

  • Sistema radicale fascicolato o fibroso (del tipo avventizio)
  • lunghe venature parallele nelle foglie
  • Petali multipli di tre
  • nel fusto fasci vascolari disposti casualmente

Sono monocotiledoni sono ad esempio, il frumento, il riso, le palmaceae, le Musaceae (tipo il banano)e le Liliaceae (cipolla, porro, aglio, etc)

La porzione esterna del fiore è formata da un perigonio costituito da tepali. I granuli pollinici hanno una sola apertura (monoclasti) . (nelle dicotiledoni sono tre)

Dicotiledoni

Le Dicotiledoni comprende piante a fiore nel cui seme l’embrione è fornito di due cotiledoni. Hanno un sistema radicale a fittone (in rari casi è avventizio) e presenta le foglie con una pagina superiore diversa dalla parte inferiore. Le nervature della foglia sono reticolari e non parallele e gli stomi si trovano nella pagina inferiore della foglia. Il fusto è ad accrescimento secondario con fasci vascolari a cerchio.

Gimnosperme

Le gimnosperme sono un gruppo di piante vascolari che producono semi non protetti da un ovario e, quindi da un frutto. Sono in genere piante legnose con foglie aghiformi e spesso sempreverdi. Appartengono alle gimnosperme gli abeti, i larici, i cipressi ed il ginepro.

Il termine gimnosperme significa proprio “piante a seme nudo”.

Angiosperme

Le angiosperme sono una vasta di piante delle spermatofite (a cui appartengono anche le gimnosperme) che comprende piante annue o perenni con il massimo grado di evoluzione. In questa definizione rientrano le piante con fiore vero e con seme protetto da un frutto.

Pteridofite

Le Pteridofite sono piante cormofite che si riproducono per spora. Appartengono a questo genere le felci che sono appunto crittograme e si affidano alle spore per la sopravvivenza della specie (molto antica).

Briofite

Appartengono alle briofite i muschi che rispetto alle felci non hanno un fusto, radici e chioma.

Tallofite

Le tallofite sono organismi vegetali che non presentano tessuti veri e che hanno il corpo vegetativo costituito dal tallo. Appartengono a questo gruppo i funghi.

Cormofite

Si definiscono cormofite quelle piante che presentano l’insieme di radici, fusto e foglie.

Leggi su Nati per Terra

Ultimi articoli sul sito:
  • Botanica: alcuni nomi difficili da ricordare…
    In botanica sono in uso moltissimi nomi da conoscere. Per gli appassionati o gli studenti è necessario conoscere alcuni nomi che identificato le nostre piante e ne descrivono alcune caratteristiche. Ci sono piante i cui semi sono monocotiledoni e dicotiledoni. Hanno caratteristiche tanto diverse. Monocotiledoni Le monocotiledoni sono piante appartenenti alle angiosperme i cui semi
  • Cinque piante che non possono mancare in un appartamento
    Le cinque piante che non dovrebbero mai mancare in un appartamento selezionate per la facilità di coltivazioni in un ambiente chiuso e poco illuminato. Inoltre queste piante hanno la capacità di purificare l’aria della nostra casa e, come la Sanseveria, possono stare anche nella stanza da letto. Ficus Elastica (Ficus Elastica): noto anche come Ficus
  • CRISI AGRICOLTURA. Gennuso (FI) “Dichiarare calamità climatica”
    “Dichiarare lo stato di calamità climatica per individuare strumenti e risorse utili per sostenere le aziende agricole e dell’indotto, messe ormai in ginocchio da un clima impazzito, che in inverno vede punte di ben 22 gradi.”E’ quanto chiede Riccardo Gennuso, deputato regionale di Forza Italia, che ha presentato oggi una mozione all’Assemblea Regionale Siciliana con
  • La Sanseveria in poche parole
    La Sanseveria è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Asparagaceae. È nota anche come “pianta delle lingue di serpente” o “pianta della seta” a causa della sua caratteristica foglia liscia e lucida. La Sanseveria è originaria delle regioni tropicali dell’Africa e dell’Asia, ma oggi è coltivata in tutto il mondo come pianta d’appartamento. Le
  • La Monstera, la pianta “mostruosa” che rende verde la casa
    La Monstera Deliciosa è una pianta molto appariscente. Le sue foglie sono enormi e possono raggiungere il metro di lunghezza e i 60 centimetri di larghezza nel suo habitat naturale. Il colore verde intenso, lucido, delle foglie e le dimensioni extra large sono indicate per ambienti molto luminosi e grandi. Avendo lo spazio sufficiente a
  • L’albero più grande d’Europa: Il Ficus macrophylla subsp. columnaris di Piazza Marina a Palermo
    Nel 1863, l’architetto Filippo Basile progettò e costruì sul piano della Marina di Palermo (oggi Piazza Marina) il Giardino Garibaldi, tipico esempio di Giardino all’Inglese. Il giardino all’Inglese di distingue e per certi versi si contrappone al Giardino all’Italiana per i suoi spazi che seguono linee e forme “libere”, più vicine ai profili dei paesaggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.