Le arance amare di Sicilia, zagara profumata, marmellata deliziosa

Passeggiando lungo il corso Umberto di Bagheria, in provincia di Palermo, in primavera è possibile sentire l’inebriante odore della zagara. Infatti il Comune ha deciso di alberare il corso con tantissimi alberi di Arance amare che crescono benissimo. La fioritura ha inizio tra marzo e aprile e l’odore è notevole. Infatti, le arance amare sono utilizzate per estrarre un olio essenziale utilizzato in profumeria per varie fragranze.

In inverno i frutti sono pronti, ma il loro sapore amaro non permette di mangiarle direttamente. Si riesce a trasformarle in una ottima marmellata, molto apprezzata nei paesi del Nord Europa. Sempre il Comune di Bagheria, insieme a diverse aziende agricole, ha raccolto i frutti di questi alberi e li ha trasformati in una marmellata. Il ricavato è stato destinato ad attività sociali.

Le proprietà delle arance amare sono state sempre conosciute fin dal passato. Una sua molecola, la sinefrina, è utilizzata per la produzione di prodotti farmaceutici destinati a migliorare il metabolismo e nei prodotti per fare dimagrire.





Inoltre, in agricoltura, è un ottimo portainnesto per gli agrumi. Si possono innestare tutti i tipi di limoni, arance e mandarini oppure cedri. Anche il pompelmo, in verità, è stato sempre utilizzato come portainnesto.

Foto Laganà





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.