Belpasso (CT): settima sagra del ficodindia

Dopo due anni di stop forzato a causa delle limitazioni dovute alla Pandemia da Covid, torna a Belpasso la ” VII SAGRA del FICODINDIA dell’ETNA DOP – BELPASSO (CT) “, in programma presso la villa comunale, dal 14 al 16 ottobre.

Una tre giorni di eventi, spettacoli e #degustazioni per rendere omaggio al ficodindia, frutto tipico e largamente apprezzato non solo per il suo gusto così dolce e intenso, ma anche e soprattutto perché rappresenta l’emblema dell’economia circolare e della sostenibilità. È l’unica pianta – ha affermato la FAO – che riesce a combattere e resistere a notevoli cambiamenti climatici. Con le parti della sua pianta, inoltre, molte aziende riescono a produrre sostanze nutraceutiche e farmaceutiche in quanto sono di straordinaria valenza per la salute umana.

Per tutti questi motivi e non solo, l’amministrazione del sindaco Daniele Motta, con il suo vicesindaco con delega al Turismo, Tony Di Mauro, insieme alla Pro Loco Belpasso e con il contributo di giunta e consiglieri, continuano a puntare su questa sagra come momento di valorizzazione di un frutto dal valore enorme, e come volano di valorizzazione del territorio e dell’intera città di Belpasso





Nel rispetto della sua tradizione, la sagra avrà un #programma fittissimo che scatterà sin dal pomeriggio inaugurale, fissato per venerdì 14 ottobre, alle 18.30
Degustazioni (tra cui quella del riso ai fichidindia a cura dell’Ist. Alberghiero di Nicolosi) #showcooking, #aziende, #produttorilocali, #artigianato;
un convegno a cura di #EuroAgrumi sull’importanza delle proprietà del ficodindia;
un laboratorio del gusto a cura dell’ ONAV Catania sull’abbinamento del vino con il ficodindia e la mostarda;
un’ estemporanea di pittura e molto altro…come il Concorso Etna Dulce con il premio della Critica dedicato a Turi Piana (per questo Concorso sono ancora aperte le iscrizioni), in cui i concorrenti dovranno presentare le proprie dolci creazioni con base ficodindia;

E ancora le visite guidate a cura del #AI alla volta dei sitiuseali Belpassesi: il “Mecanè” sui Carri di S. Lucia e il “V. Bruno”, museo etnoantropologico e archeologico.

Sarà, inoltre, un’edizione all’insegna della musica con gruppi di forte richiamo.
Nella giornata di sabato 15 ottobre, infatti, grande show Sicilia cabaret, musica e risate con i “ #FalsidAutore ” che si esibiranno nelle cover più amate della musica italiana.

Mentre domenica 16 ottobre la Sagra chiuderà con il grande gruppo “ Malarazza 100% Terrone ” che darà vita ad un concerto rock, folk, etnico, fusi in un genere unico; un evento imperdibile e coinvolgente per ogni fascia d’età.

Si apprezzeranno anche gruppi a “km zero”, dunque locali come i “The new gentleman”, cover band di Bublè; “Cut Lish”, musica Siciliana.

“La Sagra del Fico d’india DOP dell’Etna rappresenta molto per Belpasso – affermano il sindaco Motta e il suo vice Di Mauro – e siamo davvero felici di averla potuta confermare quest’anno. Vogliamo riconsegnare alla città un evento molto amato sul quale continuiamo a scommettere per la ricaduta economica, culturale e pubblicitaria che ha sempre dato e continuerà a dare a Belpasso”

Se volete avere maggiori informazioni sulla coltivazione, anche in vaso, del ficodindia potete leggere il libro di Giuseppe Barbera e di Paolo Inglese, scritto nel 1993 e che può essere interessante. Lo trovi facilmente su Amazon.it

Nel cuore della Sicilia è possibile gustare il miele di ficodindia. Un miele davvero unico e raro che solo le api siciliane possono sintetizzare durante il periodo di fioritura del ficodindia. Una produzione limitata nelle quantità e dal gusto unico. L’azienda che lo produce scrive:
Il miele di Fico d’India ha un odore tipico ed intenso ed un sapore che ricorda appieno la “pala” del fico d’india, da un gusto deciso e particolare. Un miele di non facile produzione data la sua cristallizzazione molto veloce, molto indicato da gustare spalmato sul pane.

Il miele viene prodotto a Milo vicino Zafferana fin dai tempi antichi. Natura incontaminata, parchi sul Etna naturali e clima favorevole sono le condizioni ottimali alla base di mieli di alta qualità. I contadini producevano mieli di diverso tipo grazie alla grandissima varietà di piante e fiori presenti nel territorio Etneo Peso netto 500gr . Potete acquistarlo su Amazon.it

P.S. quando acquistate su Amazon.it tramite i nostri link ci aiutate a mantenere attivo questo sito.

Leggi su Nati per Terra

Ultimi articoli sul sito:
  • Il Parco Faunistico del Monte Amiata in Toscana
    Scarpe comode per chi decide di avventurarsi nel Parco Faunistico del Monte Amiata, Le visita, infatti, si effettuano esclusivamente a piedi tutti i giorni dall’alba al tramonto con l’obbligo di seguire i sentieri e di sostare nei punti attrezzati. Frutto di un programma di riqualificazione, il parco, sul versante nord-est del Monte Labbro, si ispira
  • Cipressi: rivalutarli per il giardino
    Conosciamo i cipressi perchè spesso li vediamo nei cimiteri e abbiamo, quindi, associato a questa pianta il luogo di riposo eterno. Sono, invece, piante vitali, odorose, frangivento. In una parola: belle. Protagonista di una delle più belle poesie di Giosuè Carducci, “Davanti a San Guido”, il cipresso è un albero tanto tipico della nostra penisola
  • Parco Naturale dell’Isonzo in Friuli Venezia Giulia
    A far parte del parco è il tratto italiano dell’Isonzo. Nel parco si incontrano, altri ad ambienti di velma (zone che emergono con la bassa marea), le barene (isolotti emergenti) ricoperte da una ricca vegetazione resistente alla salinità. Nella zona del Ripristino, attualmente sono stati attrezzati punti di osservazione che consentono di ammirare da vicino,
  • 55^ Campionaria d’autunno, torna a Vittoria l’atteso evento fieristico d’autunno
    Sarà inaugurata sabato 5 novembre alle ore 16.00 la 55^ edizione della Fiera Campionaria d’autunno, in programma al Polo Fieristico di Vittoria dal 5 al 13 novembre 2022. Un’edizione che sul solco della tradizione punta a guardare con fiducia al futuro consapevole delle difficoltà in cui si ritrovano ad operare la maggior parte delle imprese e delle nuove
  • La sfida del “Frantoio del Cavaliere”: nessun aumento. Si lavora come lo scorso anno
    Siamo in piena campagna olivicola ed il terrore che gli aumenti del costo dell’energia elettrica potesse rendere troppo oneroso il costo del frantoio, almeno a Bagheria è stato scongiurato dal coraggio dei conduttori degli impianti. Almeno inizialmente. Ne abbiamo parlato in generale con Pasquale Sciortino del “Frantoio del Cavaliere”. Facciamo il punto sulla stagione delle
  • Il parco regionale dei Colli Euganei
    Per 15.000 ettari, interessando ben quindici comuni, il parco comprende i maggiori rilievi collinari della Pianura Padana a sud-ovest di Padova: i colli Euganei. In quest’area, fertile e riparata, numerose ville, abbazie e case rurali hanno trovato in passato il luogo ideale, mostrando al visitatore un esempio di felice integrazione tra natura e attività dell’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.